Qual è la sfida più grande di Capone & BungtBangt?
Realizzare strumenti unici sfruttando tutto quello che la quotidianità ci propone.

Un esempio?
Non pensiamo nemmeno di andare dal ferramenta per compare viti e bulloni, quelli li troviamo nei nostri garage!

Siete curiosi di sentire il suono dei nostri strumenti?
Qui sotto trovate la lista completa delle nostre realizzazioni.
Avete a disposizione foto, descrizioni e suono di ogni singolo pezzo. Ogni strumento è unico nel suo genere e potete realizzarlo anche voi, sarà la volta buona per dare una bella ripulita al garage o alla soffitta e avrete fatto qualcosa di utile e autentico.

Scatolophon

Scatolophone

Lo Scatolophon è uno strumento a corda, costruito con una scatola di polistirolo da catering scolastico ed un elastico da ufficio. Si suona percuotendo l’elastico o pizzicandolo. Questo è stato il primo cordofono inventato da Capone che ha dato il via all’evoluzione armonica del gruppo.

Scatulera

Scatulera

La Scatulera fa parte della famiglia delle arpe ed è costruita utilizzando una scatola per gelati in polistirolo, degli elastici comuni ed il bordo di una cassetta per la frutta in legno. La tecnica per suonarla è una fusione tra quella della sanza africana e quella della cora. Data di creazione 2000

Scopaelettrica

Scopa elettrica

Costruito con una comune scopa, un elastico da sarta come corda, un rametto di legno come ponticello, una chiavetta di chitarra, un microfono piezoelettrico riciclato da un giocattolo cinese. Riproduce il suono di una chitarra elettrica e viene suonato fondendo la tecnica del biribau a quella del contrabasso. Data di creazione 2004

Buatteria-

Buatteria

Strumento simile ad una batteria la Buatteria, come dice il nome, è realizzata con contenitori di ogni genere. Pezzi di lamiera, catene, coperchi ed un attrezzo utilizzato in edilizia come base per le impalcature al quale è stato dato il nome di Scaciato. Data creazione 1999

Basso-da-ponte-

Basso da ponte

Il Basso da Ponte è un basso elettrico costruito con pezzi di parquet riciclato, un residuo di lamiera ed un catarifrangente come coperchio per la parte elettrica. Tutte le meccaniche e le componenti elettriche sono riciclati da strumenti rotti. E’ nato dalle mani di Mr. Paradais!

Mazzarra

Mazzarra (Clean)

La Mazzarra è la chitarra di Capone & BungtBangt, interamente realizzata con materiali riciclati. Il corpo è fatto con un pezzo di parquet, le ali con abete e compensato riciclato. La parte elettrica è chiusa con un pezzo di bacinella. Corde, meccaniche e pickup di vecchie chitarre rotte.

Mazzarra

Mazzarra (Dist)

Variante dal suono distorto.

Pianole-Cinesi

Pianole cinesi (Dist)

Le Pianole Cinesi sono tastiere giocattolo che a partire dal disco Dura Lex sono state utilizzate come tastiere professionali. Questa scelta di Capone è arrivata sia per motivi ecologici sia per motivi di suono. Le qualità di Frankie hanno sicuramente ampliato le possibilità di questi giocattoli.

Pianole-Cinesi

Pianole cinesi (Pad)

Variante del suono delle pianole cinesi.

Mazzimba

Mazzimba

La Mazzimba è uno strumento ispirato al balafon e quindi alla marimba. Fatto con legno di abete riciclato si utilizza come cassa di risonanza un cassetto o la scatola di polistirolo dello Scatolophon. Ce ne sono diverse varianti, la più completa è fatta con un comune battiscopa ed ha 2,5 ottave di estensione.

bongattoli

Bongattoli

I Bongattoli sono uno dei primi strumenti costruiti da Capone nella sua infanzia. Sono fatti con barattoli di marmellata tenuti insieme da nastro adesivo, praticamente a costo zero. Data di creazione anni ’70

Yozù

Yozzù

Lo Yozzù è uno strumento simile al cazù fatto con un barattolino di yogurt da bere ed alcuni pezzettini di busta di plastica che vengono incollati per coprire delle finestrelle praticate sul barattolino. E’ un po’ l’emblema della nostra società perchè viene fatto con dei materiali vittime di uno spreco sfacciato.

chitarra-geografica

Chitarra Geografica

Chitarra acustica donata a Capone & BungtBangt dal liutaio Gianluca Ballarin. La cassa acustica è una cassetta dei vini tipici della terra d’origine, il Veneto. Il manico è un pezzo di parquet. Data di creazione 2007

Scatolophone Bass

Scatolophon Bass

Scatola di polistirolo per refezione scolastica contenente cassetta di legno e abbinata ad elastici da sartoria . Suono di contrabasso

buatteriè-portànt

Buatterié Portant

La Buatterié Portant è un prototipo di Buatteria light, di facile trasporto. Le differenze dalla Buatteria classica sono il charleston, costruito con la lama di un Cazzuoton rotta e riciclata su un vecchio posacenere metallico.

cazzuotone

Cazzuotone

E’ una semplice cazzuola suonata con una tecnica che sfrutta la sua flessibilità, percuotendo la piastra d’acciaio con una bacchetta e esercitando una pressione sulla stessa. Data di creazione 2001

chiavibes

Chiavibes

Strumento costituito da una serie di chiavi piatte opportunamente scelte in modo da formare una scala armonica. Il suono è simile a quello dello xilofono. Data di creazione 1999

cuicattola

Cuicattola

La Cuicattola è un prototipo di cuica brasiliana. Lo strumento è costruito con un barattolo di metallo per pomodori e una bacchetta cinese che viene applicata all’interno di un foro praticato sul fondo del barattolo.

canalischio

Canalischio

Il Canalischio è un ottavino ricavato da un comune corrugato elettrico per impianti domestici. La tecnica per suonarlo è basata sul quantitativo di aria immesso. Data di creazione 1986

Girotubo

Girotubo

Il Girotubo è un comune sifone per uso idraulico. Ha due suoni. Il primo si genera stendendolo ed il secondo roteandolo nell’aria. E’ uno strumento che è stato “scoperto” dopo il canalischio che ha la stesso caratteristico corrugamento.

Girotubo 2

Girotubo 2

Variante del Girotubo. Il suono si genera roteandolo nell’aria.

Tanicammorra

Tanicammorra

La Tanicammorra è una tammorra, il tipico strumento a percussione del sud Italia, costituita da una tanica. La creazione di questo strumento risale al 1999 quando Capone tra i vari materiali raccolti per dar vita al gruppo si rese conto che una tanica avrebbe funzionato perfettamente come tammorra.

bolitudine

Bollitune

Il Bollitune è un set di bollitoi da cucina che si comportano come dei campanacci intonati ma più armonici. La loro provenienza è la spazzatura…erano stati buttati e Capone li ha raccolti prima che andassero definitivamente persi.

canaline-di-pan

Canaline di Pan

Le Canaline di Pan sono la versione moderna del antichissimo flauto di pan. Sono costruite con spezzoni riciclati da canalina elettrica, alloggio per fili elettrici negli impianti casalinghi, tagliate a diverse altezze.

Violetta

Violetta

La Violetta è la compagna della Scopa, si tratta di una paletta per le puizie. Nelle registrazioni Capone ha più volte creato dei quartetti d’archi utilizzando lo Scatolophon, la Scopa Elettrica, ed appunto la Violetta come violino.

bottigliafono

Bottigliafono

Il Bottigliafono è un megafono analogico inventato per Project ReEvolution. La costruzione è semplice, si taglia il fondo di una bottiglia di plastica e si crea un manico con un pezzo di cartone riciclato e del nastro adesivo.

Shakeratte

Shakeratte

Le Shekeratte sono gli shaker di Capone & BungtBangt. Strumento semplicissimo visto che qualunque contenitore, dalle bottigline di plastica ai contenitori per shampoo, possono andar bene. Basta riempirle con piccole pietre o con braccialetti rotti, tipo quelli che escono dalle uova di pasqua.

Torreblock

Torreblock

La Torreblock è la torre giocattolo per neonati. Nata per far divertire i bimbi sia nella costruzione della torre sia nella sonorità che produce cadendo. Le dimensioni diverse dei bicchierini fanno si che percossi producano una scala e quindi delle note.

chacha

Chachà

Lo Chachà è un vero cimelio. E’ costruito con un disco di compensato su cui sono avvitati dei dischi di metallo, fondi di barattoli e di scatole di biscotti. Questo strumento risale agli anni ’80.

fiordalisi

FiorDalisi

Il FiroDalisi è un sonaglio omaggio del grande architetto e scultore Riccardo Dalisi. E’ un piccolo fascio di fili metallici alle cui estremità lo scultore aveva attaccato dei residui metallici.

GuiroMetropolitano

Guiro Metropolitano

Il Guiro Metropolitano è un reperto di archeologia industriale reperito negli scavi svoltisi a Napoli durante la famosa realizzazione della “città cablata”. In quegli anni era parte integrante del gruppo Sasà Pelliccia che raccolse questo pezzo di tubo utilizzato per il contenimento dei cavi ottici.

La nostra tv